Chi Sono

Mi chiamo Simone Brembati e sono un addestratore cinofilo.

O meglio, un EDUCATORE CINOFILO.

Il mio lavoro infatti si basa sulla creazione di un percorso personalizzato
che ti permetta di conoscere meglio il tuo cane, sviluppare le sue competenze
e migliorare il vostro rapporto quotidiano.




L’educatore cinofilo Senza Cane

Potrà sembra un controsenso, ma da bambino sono cresciuto in mezzo ai gatti, esseri fantastici che mi hanno accompagnato per buona parte della  vita.
Ho sempre avuto passione per gli animali in generale ed ho anche avuto la fortuna di incontrare vari cani nella mia vita.

Quella che vedi nella foto qui accanto è Sasha, il pastore tedesco che mi ha fatto scoprire il mondo della cinofilia.Ho avuto il piacere di poterla accudire nonostante non fossi il suo padrone.

Con lei sono cresciuto anche io, soprattutto nella consapevolezza della persona che avrei voluto diventare.

Ecco allora che nel 2012 ho seguito il primo corso professionale con cui mi sono avviato alla professione, diventando educatore cinofilo di III°livello Libertas Fisc. Dopo il diploma ho frequentato vari stage, con l’obiettivo di migliorarmi sempre più ed apprendere nuove competenze.

E così è cominciata la mia avventura, con grande passione e dedizione.

Qualcosa però ancora non tornava… ero educatore cinofilo, con 3 gatti!

Mi sentivo un pesce fuor d’acqua ma continuavo a ripetermi che non potevo prendere un cane….
Non avevo abbastanza spazio,
non avevo un giardino e i cani ne hanno bisogno (sopratutto quelli “grandi”).


Simone Bremati educatore cinofilo con il pastore tedesco Sasha sul Resegone

La mia Educazione 

  • Educatore Cinofilo F.I.S.C.
  • Educatore Cinofilo di 3° livello
  • Operatore CSEN
  • Istruttore Gentle Team di 1°livello
  • Curriculum Cinofilo pdf

E POI....


Arriva NADINE

Un giorno decisi di prendere comunque un cane e di grossa taglia, pur non avendo giardino.
Dentro di me si fece strada un pensiero…
Un cane ha bisogno di tempo,  un tempo di qualità, lo spazio lo possiamo creare strada facendo.
Ha bisogno di crescere dentro un nucleo famigliare, non in un giardino grande ma dove resta solo.
Ha bisogno di emozioni, di cose belle e positive, di situazioni stimolanti.
Ed ecco che il 9 giugno 2014 nella mia vita è letteralmente entrato un uragano: Nadine.
Il mio primo cane, il mio primo dobermann…scoppiavo di gioia.

Non che ne ce fosse bisogno, ma con lei ho definitivamente capito che non è lo spazio…ma il tempo.

Trovare il nostro equilibrio, capire i suoi bisogni, i suoi ritmi, il suo carattere è un impegno quotidiano.

Per costruire un rapporto con un cane serve affetto certo, ma anche ascolto, comprensione. E serve saper sviluppare le sue competenze emotive.

Questo è quello che cerco di fare quando qualcuno si affida a me: lavoro sull’apprendimento, sul gioco ma soprattutto sullo sviluppo delle abilità emotive del cane e delle capacità del padrone di capirlo e gestirlo.

Naturalmente mi baso sulla mia esperienza, ma continuo a studiare e aggiornarmi.